Gran Loggia di Sicilia


Vai ai contenuti

Menu principale:


Solstizio d'inverno 2004 - Introduzione

Documenti

SOLSTIZIO D’INVERNO 2004

Il Rito Scozzese Antico e Accettato per la Giurisdizione Italiana,ha celebrato la ricorrenza del Solstizio d’Inverno alla presenza del Corpo rituale, dei Gran Maestri della Gran Loggia di Sicilia, dellaGran Loggia del Mediterraneo, della International Mediterranean Grand Lodge, e dei Maestri Venerabili delle tre Gran Logge. Nel corso della celebrazione del Solstizio d’Inverno è stata data lettura del documento approvato dal Supremo Consiglio del Rito Scozzese Antico e Accettato per la Giurisdizione italiana nella seduta del 3 dicembre 2004.


INTRODUZIONE AI LAVORI
GRAN MAESTRO
GRAN LOGGIA DI SICILIA

Da otto anni lavoriamo per cercare di dare un significato all’Istituzione Massonica in Italia: abbiamol’impensabile, abbiamo costruito la Piramide con un forte base e un forte Vertice. Soprattutto siamo stati i primi, nei tempi moderni, a comprendere che il futuro si chiama “Mediterraneo”, che la Sicilia può essere il centro di un nuovo divenire dell’Uomo. Il grande Goethe lo aveva compreso e scrisse nel suo “Viaggio in Italia”: “Dato il mio modosentire, questo viaggio sarà salutare, anzi necessario. La Sicilia mi richiama l’Asia e l’Africa: trovarsi nel centro meraviglioso dove convergono tutti i raggi della storia universale, non è cosa da nulla”.
Noi, in Sicilia abbiamo fato nascere la Gran Loggia di Sicilia affinché costituisse le fondamenta della “Gran Loggia del Mediterraneo”. In seguito, come logica prosecuzione, abbiamo creato l’International Mediterranean Grand Lodge che siede in Malta. Ci siamo mossi costantemente in una precisa linea di coerenza operativa.
Ci torna in mente quanto scritto nel primo documento divulgato dopo la nostra costituzione con Atto pubblico, nella “Lettera aperta” indirizzata a “tutti gli Uomini liberi”: “La Storia torna ad essere alleata del Mediterraneo. Il partenariato Mediterraneo può rilanciare il processo di pace coinvolgendo sempre maggiormente la società civile e lottando i fenomeni di intolleranza. La Gran Loggia del Mediterraneo può fungere da catalizzatore e moltiplicatore di iniziative e interventi di pace, ricercando con i più svariati strumentidi incontro e vegliare affinché si creino le premesse affinché i vari strati della collettività accedano ai servizi essenziali”.
Noi abbiamo creato gli strumenti per potere governare il futuro: non è cosa da poco.


Share |

Torna ai contenuti | Torna al menu